Aloe vera: benessere vivo per la pelle

Aloe vera, benessere per la pelleBenché pianta esotica, l’aloe vera o aloe barbadensis é oggi una pianta molto nota conosciuta da tutti per le sue proprietà medicinali.
Sempreverde, ad arbusto perenne, non ha un vero fusto a differenza dell’aloe arborescens dotato di una sorta di tronco attorno al quale crescono le foglie.

Attorno ai 4 anni la pianta emette lo scapo fiorale lungo il quale si presentano i singoli fiori giallo-arancio.
Le foglie grasse, lanceolate con spini, possono raggiungere una lunghezza di 80 cm e contengono il prezioso gel. É bene raccogliere le foglie più vecchie e basali quando la pianta ha raggiunto i 4-5 anni e cioè alla prima fioritura.

Benché non è consigliabile il fai da te nell’estrazione del gel se non si è esperti e se non ci si munisce delle dovute precauzioni per non contaminare il prodotto, ecco alcune indicazioni se invece avete già delle competenze base in fatto di estrazione dalle piante.

Come estrarre il gel di aloe

Dalla rapidità che impiega la pianta per cicatrizzare il taglio delle foglie, si capisce come l’aloe rigenera l’epidermide e guarisce ferite e piaghe. Una volta raccolte, bisogna far scolare dalle foglie l’aloina, un succo scuro fortemente irritante per l’intestino se assunto per via interna.
Successivamente bisogna tagliare la porzione esterna contenente gli spini, fare un taglio superiore sulla cuticola in senso verticale e infine sbucciare le foglie togliendo la cuticola verde dalla parte più grossa alla punta.
Il gel così ottenuto applicato localmente rinfresca e rigenera la pelle secca, screpolata o arrossata da eritemi e scottature con un significativo miglioramento dell’idratazione e del tono cutaneo.
Se si vuole conservare il gel e utilizzarlo all’interno di preparazioni come creme o maschere per il viso è bene rompere le sue fibre passandolo in una centrifuga ed aggiungendo lo 0,1% di acido citrico o qualche goccia di vitamina E per evitare che si scurisca. Aggiungere anche lo 0,2% di potassio sorbato per conservarlo. Successivamente il gel deve essere conservato rigorosamente in un contenitore scuro per evitare che si ossidi.

A livello industriale la polpa viene triturata a freddo e resa fluida tramite aggiunta di un enzima, la cellulasi. Il succo puro di aloe viene poi gelificato con gomma xantana e preservato con conservanti. Si trovano anche gel ottenuti a partire da estratti secchi o liofilizzati di aloe che però sono privi delle proprietà del succo fresco. Il gel é costituito principalmente da acemannano, un mucopolissacaride dalle proprietà cicatrizzanti e riepitelizzanti.
Le barbaloine e l’acido aloetico hanno un’azione antibiotica e antibatterica in grado di contenere i processi infiammatori della pelle. Oltre ad essere calmante ed emolliente nelle irritazioni cutanee, il gel di aloe stimola i sistemi di difesa contro l’invecchiamento della pelle.
Il gel di aloe è ottimo anche per la salute di cuoio capelluto e capelli, per rinforzarli in caso di caduta e come fissativo sui capelli umidi.

Insomma, l’aloe è una fonte viva di benessere per la pelle e per tutto il corpo.
Provare per credere!

Riassunto
Aloe vera: benessere vivo per la pelle
Titolo
Aloe vera: benessere vivo per la pelle
Descrizione
L'aloe vera è una delle piante più benefiche che ci siano ed anche utilizzabile in casa. Bastano degli accorgimenti e conoscere la maturazione della pianta. In questo articolo la dott.ssa Anna Rapposelli ci darà delle indicazioni sulle sue applicazioni per la bellezza ed il benessere della nostra pelle.
Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *