Come combattere le zanzare in modo naturale.

famiglia in giardinoCon l’arrivo dell’estate, tutti noi, o quasi, dobbiamo difenderci dai quei fastidiosissimi insetti che sono le zanzare. Per molti, soprattutto per i bambini, diventano un vero e proprio incubo ed il semplice godersi una passeggiata al parco o in veranda resta un miraggio.

Combattere le zanzare: come farlo

Per questo, oggi voglio darvi qualche consiglio naturale su come combatterle in maniera efficace rinunciando a tutte quelle sostanze chimiche presenti nei più comuni prodotti anti-zanzara.
Innanzitutto vediamole nel dettaglio.

La maggior parte dei repellenti chimici per combattere le zanzare contengono DEET ovvero n-dietyl-m-toluamide o dietiltoluamide, principio attivo presente in prodotti come Off, alcuni Autan e alcuni Vape; icaridina ovvero picaridina o KBR3023 presente in diversi prodotti a marchio Autan e IR3535 ovvero ethyl utylacetylaminopropionate presente in prodotti come Aptonia, salviettine Mister Clean insetto repellente.

Il DEET é un pesticida derivato dalla famiglia del toluene, idrocarburo volatile ed incolore dall’odore caratteristico usato come solvente in sostituzione del benzene per rimuovere le vernici, le colle, le resine nonché come materia prima di partenza per molti altri composti chimici tra cui l’acido benzoico, usato come conservante. Il DEET viene assorbito facilmente dalla pelle dove raggiunge il sangue e può essere tossico per il sistema nervoso centrale.
L’icaridina é una molecola insetto-repellente di proprietà della Bayer. E’ sul mercato da una decina di anni e dunque i suoi effetti a lungo termine non sono noti; l’IR3535 é meno problematico delle altre sostanze ma anche meno efficace.

Un’alternativa a questi prodotti chimici sono le molecole naturali degli oli essenziali. Qui di seguito la ricetta di uno spray repellente per il corpo.

spray antizanzare fatto in casaRicetta per uno Spray repellente per il corpo fatto in casa

70 gr di idrolato di menta
20 gr di alcool alimentare buongusto
10 gr di glicerina vegetale (in vendita nelle farmacie)
60 gocce di oli essenziali a scelta tra menta, lavanda, geranio, citronella ed eucalipto.

Procedimento

Sciogliere gli oli essenziali nell’alcool, aggiungere la glicerina e l’idrolato, mescolare ed inserire la lozione in un flacone spray.

Poiché gli oli essenziali sono insolubili in acqua, é necessario solubilizzarli preventivamente nell’alcool; la glicerina é un solvente con azione umettante ed idratante che va ad equilibrare la secchezza che potrebbe conferire l’alcool alla pelle.

L’alcool non é indispensabile, difatti, se volete evitarlo, ricordate solo di agitare il flacone prima dell’uso in quanto gli oli essenziali rimangono a galla sulla superficie dell’idrolato.

Da utilizzare come post-puntura é lo stick da frizionare sulla parte colpita che vi potete auto produrre. Ecco la ricetta.

post punturaRicetta per uno stick post-puntura fatto in casa

2,2 gr di oleolito di elicriso
1,2 gr di cera d’api
1,2 gr di burro di karité
0,4 gr di gel di aloe
5/6 gocce di olio essenziale di lavanda

Procedimento

Fondere a bagnomaria nell’oleolito di elicriso la cera d’api; appena fusa togliere dal gas e aspettare qualche minuto che il composto si raffreddi un po’ (ma deve rimanere sempre liquido) e aggiungere il burro di karité.
Girare per favorirne lo scioglimento e continuando sempre a mescolare incorporare il gel di aloe.
Non appena la consistenza sarà diventata cremosa e anche il gel sarà ben amalgamato, prima che diventi compatto aggiungere l’olio essenziale e colare in uno stick o in alternativa in un vasetto.
L’oleolito di elicriso ha la capacità di ridurre la formazione dei pomfi e il prurito e il gel di aloe rinfresca, sfiamma e lenisce la pelle.

L’elicriso é una pianta molto comune sul nostro territorio; ha un odore caratteristico che ricorda vagamente la liquirizia ed oltre che essere usato in cosmesi viene utilizzato anche per tingere di giallo la lana e i tessuti.
In cosmesi viene ampiamente utilizzato sotto forma di oleolito come dopo-sole e per attenuare vari problemi cutanei come dermatiti, psoriasi, eczemi, allergie da contatto ecc..

Anti-zanzare per l’ambiente

Per l’ambiente vi consiglio quei dispositivi elettrici che rilasciano gradualmente gli oli essenziali; sono molto efficaci e naturali a patto che siano costituiti esclusivamente da oli essenziali.

Riassunto
Come combattere le zanzare in modo naturale
Titolo
Come combattere le zanzare in modo naturale
Descrizione
Estate è anche sinonimo di zanzare e di quelle fastidiose punture che rendono le notti insonni. Usare prodotti troppo aggressivi però non è sinonimo di protezione quindi ecco alcune ricette per combatterle in modo naturale, proteggendo anche la pelle, anche quella dei bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *