Bentornata primavera con gli involtini

Involtini primaveraPrimavera!
E in suo onore, oggi mi sono sentita ispirata con gli involtini tipici cinesi che mi piacciono in particolar modo, soprattutto se con verdure e pesce.
Infatti gli involtini primavera possono essere farciti, al pari dei ravioli, con una grande varietà di ripieni e quindi vanno bene per tutti i gusti.
La loro caratteristica fondamentale è che vengono fritti in abbondante olio…. “non sono salutari!” diranno in molti. Ma una volta ogni tanto, utilizzando ottimi ingredienti, fa bene anche il fritto.

In Cina si possono acquistare ovunque, anche per strada e  con pochi soldi. E a seconda della zona e della stagione, il ripieno può comprendere carne, pesce e vari tipi di verdura.

Un consiglio che vi do, visto che la preparazione richiede un po’ di tempo, preparane un buon numero e surgela gli involtini che escono in più. Al bisogno infatti, basterà friggerli, ancora surgelati, per 5-10  minuti!

La salsa di prugne è quella più indicata e tipica per accompagnare questa specialità ma potrete utilizzare anche il più conosciuto ketchup (magari fatto in casa come quello che avevo proposto nell’articolo vegani vs. carnivori) oppure salsa al pomodoro piccante o salsa di soia.

Bene, buona primavera e festeggiamo con questi buonissimi involtini!!!

Ingredienti
(per 8 involtini)

Per la pasta

120 gr farina 00
60 gr amido di mais
sale q.b.
2 uova
1/4 di litro di acqua
olio di semi di mai o arachidi (per la frittura)

Per il ripieno

5 funghi tongu secchi (o in alternativa funghi secchi)
250 gr di gamberetti (oppure carne di maiale magra)
100 gr verza (o cavolo cinese)
100 gr germogli di bambù (in barattolo)
1 carota
100 gr germogli di soia
4 cipolline fresche (oppure porro)
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di olio di arachidi o mais
3 cucchiai di salsa di soia
sale q.b.
pepe q.b.
1 cucchiaio di maizena
tuorlo d’uovo (per spennellare)
olio per friggere

Procedimento

Con farina, amido, sale, uova e acqua forma una pastella da crêpes piuttosto liquida e lasciala riposare per mezz’ora.
In una padella di circa 16 cm di diametro scalda 1 cucchiaino di olio per ogni crêpes e versa successivamente una quantità di pastella sufficiente a ricoprire il fondo.

Cuoci da un solo lato; quando la superficie si farà più secca, togli la pastella dalla padella e tienila in caldo. Continua così fino ad esaurimento.

Tieni intanto i funghi per mezz’ora in acqua calda; strizzali ed elimina i gambi duri. Taglia le cappelle a striscioline.
Lava la verza e tagliala a striscioline. Fai sgocciolare i germogli di bambù e taglia anche questi a striscioline sottili.
Lava la carota e tagliala a bastoncini. Lava anche le cipolline (puoi sostituirle con il porro) e tagliale a pezzetti di 2 – 3 cm.
Metti i germogli di soia in uno scolapasta e lavali sotto acqua corrente e sgocciola bene.

Prendi una wok (tipica pentola orientale o in alternativa una capiente padella antiaderente), fai scaldare due cucchiai di olio e rosola l’aglio schiacciato ma non far prendere colore.
A questo punto aggiungi la carne oppure i gamberetti che avrai sminuzzato ben bene e cuoci per circa 2 minuti a fuoco vivo. Unisci i funghi, i germogli di bambù, di soia, le carote, il cavolo, le cipolline e cuoci il tutto per oltre due minuti, sempre mescolando.

Insaporisci con sale, pepe e salsa di soia.
Per finire, lega con la maizena sciolta in acqua e trasferisci il composto in una terrina.

Riprendi le crêpes, metti circa due cucchiai colmi di ripieno al centro di ogni crêpes, ripiega i lati all’interno e infine arrotola. Spennella i bordi con tuorlo d’uovo e premi bene affinché restino chiusi.

Fai scaldare nella wok l’olio, oppure usa una padella per fritti, e friggi gli involtini per 4 -5 minuti, finché divengano ben dorati.

Servi caldissimi, accompagnati da salsa di soia o salsa ketechup.

Sommario
recipe image
Ricetta
Involtini primavera
Pubblicata il
Tempo preparazione
Tempo di cottura
Tempo Totale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *