Le salutari promesse del Melograno

Una farmacia in tutto e per tutto

Da un antico testo dell’Ayurveda, il melograno è definita in questo modo.
I semi rosso granata del suo frutto – la melagrana – che in India vengono essiccati e usati come spezia, raggiunsero la notorietà come cibo salutare da gourmet negli anni Novanta del Novecento. Qui prende il nome di anardana e viene utilizzata intera o macinata anche nella preparazione dei curry e chutney, nei ripieni per la pakora (i tipici antipastini fritti salati) e le paratha, una sorta di pane fritto molto sottile.
Oggigiorno la melagrana (il melograno è il nome della pianta mentre melagrana ne è il frutto) lo ritroviamo come aromatizzante in molte cose, dall’acqua ai ghiaccioli e ai cocktail. Ma non è solo di moda, è anche eccezionalmente salutare in ogni sua parte. Ripercorriamo velocemente la sua storia e alcune curiostià:

  • Viene celebrata nell’Antico Testamento e fu amata dai popoli dell’Antico Egitto e della Magna Grecia;
  • I frutti sono stati simbolo di salute, fortuna, fertilità e immortalità;
  • La città di Granada (Spagna), porta il loro nome e il frutto compare sullo stemma araldico della città;
  • In un articolo della rivista Alternative Medicine Review viene definito come “un frutto antico, mistico e assolutamente peculiare”;
  • Una melagrana contiene all’incirca 500 semi

I melograni originariamente crescevano sulle pendici dell’Himalaya, dall’India settentrionale all’Iran, ma oggi vengono coltivati in tutto il bacino del Mediterraneo nonché nell’Asia Sud – Orientale, nelle Indie orientali e nelle regioni tropicali dell’Africa.

In America il frutto faticò ad acquistare popolarità perché estrarre e mangiare i semi è un’operazione complessa e, soprattutto, lenta. Riuscirono ad introdursi nel mercato solo dieci anni fa, circa, per lo più per seguire una moda salutista e passeggera.
Oggi però, i benefici per la salute scientificamente comprovati le hanno poste nell’olimpo dei supereroi dei supermercati e anche dei bar, grazie alle energetiche spremute.
Vediamo allora più da vicino quali sono questi benefici.

Proprietà benefiche del melogranoI Benefici del frutto del Melograno

1. Un aiuto per le arterie e per il cuore.

Un gruppo di ricercatori israeliani ha condotto uno studio su 20 pazienti con aterosclerosi a carico della carotide. A 10 venne fatto bere del succo di melagrana e dopo un anno, gli individui che avevano bevuto questo succo presentavano una riduzione della placca ateromatosa pari al 30%.

Un altro importante studio venne condotto da alcuni medici dell’ Università della California di San Francisco su alcune persone affette da malattia cardiovascolare. Ebbene, anche in questo caso, i pazienti che avevano bevuto per tre mesi il succo di melagrana ogni giorno registrarono un aumento del 17% dell’afflusso di sangue al cuore e quindi minori rischi di infarto ed altre patologie cardiovascolari.

2. È un potente antiossidante.

Il succo di melagrana si è rilevato più potente ed efficace del succo d’uva Concord, del succo di mirtilli, del vino rosso, della vitamina C ed E (tutti potenti antiossidanti). Perché?
Possiede una potente attività antiossidante che fornisce molta protezione contro l’abbattimento ossidativo dell’ossido di azoto, un composto chimico che combatte l’ossidazione e l’infiammazione mantenendo le arterie giovani e flessibili. Alcuni esperti, ad esempio, ritengono che proprio l’abbassamento del livello di ossido di azoto sia la principale causa dell’aterosclerosi.

3. Un aiuto per i denti.

Alcuni ricercatori brasiliani hanno notato che sciacquare la bocca con un estratto contenente melagrana riduceva la placca dentale dell’84% in più rispetto a un normale collutorio reperibile in commercio.
L’estratto è ottimo anche per gengiviti e stomatiti.

4. Pelle più giovane e meno rughe!

Nelle donne, l’assunzione quotidiana di estratto di melagrana per un periodo di quattro settimane ha ridotto il danno cutaneo provocato dalla radiazione ultravioletta, cioè lo stesso tipo di danno che causa la formazione di rughe grazie all’acido ellagico contenuto in questo frutto.

5. Aiuta nel recupero dalle attività sportive.

L’assunzione di estratto di melagrana dopo una faticosa attività sportiva consente di recuperare più rapidamente le forze. In merito, fu condotto uno studio da alcuni ricercatori dell’Università del Texas, comparso sulla rivista Medicine & Science in Sports & Exercise.

Sono ancora tanti altri i benefici che si potrebbero elencare e comunque, visti gli usi e gli apprezzamenti dal mondo antico, non possiamo che credere alla sua ricchezza e potenza nell’aiutare il nostro organismo.

MELOGRANO risoIl melograno nel mondo…usi e curiosità.

Abbiamo visto come il melograno viene apprezzata in India ma, come già anticipato, è famoso in tutto il mondo.

In Turchia e in alcune zone del Medio Oriente i semi freschi della melagrana ed il loro succo sono considerati un aroma essenziale per conferire alle carni e alla verdura un gusto agrodolce e fruttato. Vengono utilizzati nelle marinate, nelle salse e nei dessert.
I semi, sia freschi che essiccati, vengono sovente distribuiti sulle insalate e nell’hummus; inoltre costituiscono un ingrediente fondamentale del famoso piatto persiano chiamato fesenjan, uno stufato di pollo o selvaggina agro il cui sugo viene fatto addensare con succo di melagrana e noci.

In Medio Oriente è diffusa la melassa di melagrana che viene preparata schiacciando i semi, estraendo il succo e lasciandola cuocere finché non raggiunge una consistenza spessa e scura.
Ha un sapore di frutti di bosco con un sentore asprigno di agrume, molto simile alla granatina, uno sciroppo di zucchero caldo e usato in numerose ricette di cocktail.

Nella cucina messicana i semi sono molto apprezzati. La cittadina di Puebla è il luogo di origine del chile ed nogada, un peperoncino farcito con un ripieno estremamente elaborato, affogata nella salsa di noci e ricoperto di semi di melograno.

In Russia anche è molto conosciuta ed usata. Il kupati è una salsiccia aromatizzata alla melagrana ed altre spezie, inclusi il pimento e il coriandolo.

Negli Stati Uniti la si trova prevalentemente come succo e viene impiegata anche per aromatizzare l’acqua, il tè, le bibite energetiche, quelle gassate ed i cocktail come il Martini al melograno, il più in voga e preferito da Oprah Winfrey.

Macedonia con MelogranoLa melagrana in cucina.

Abbiamo appena letto che il frutto del melograno trova largo impiego in cucina! Ma prima di utilizzarla bisogna aprire la melagrana e prelevarne i fantastici semi. Come?

Il primo passo è….. mettere un grembiule!! Poi incidere il frutto praticando un unico taglio con un coltello ben affilato lungo la circonferenza facendo attenzione a non incidere la buccia troppo in profondità. Il frutto così inciso va immerso in una terrina capiente piena di acqua e aperto a metà tenendolo sott’acqua et voilà!

Per preparare il succo in casa basta utilizzare un frullatore o un robot da cucina e frullarli. Premere poi la polpa su un colino per estrarne il liquido e scartare le fibre.

Per preparare invece la melassa, è sufficiente mettere i semi in una pentola e farli bollire finché non si liquefanno e assumono una consistenza spessa.

Il succo, in generale, è un eccellente tenerizzatore e un ottimo complemento per una marinata.
I semi, in piccole quantità, o la melassa possono essere aggiunti ai gravy e ai ragù di carne durante la cottura.
Per il pollo o la carne di maiale, prima di metterli in pentola, passateli nella melassa di melograno come fosse una marinata.
Da provare i semi anche su gelati, sui frozen yogurt, sulle insalate verdi e con le macedonie.
Avete mai provato i semi freschi di melagrana sulle lenticchie o altri piatti di verdure? Fatelo?

Insomma, potete distribuire i semi di melagrana su qualsiasi piatto pronto che possa essere esaltato da un aroma dolce e una consistenza croccante quindi, approfittatene adesso più che mai!

 

 

Riassunto
Le salutari promesse del Melograno
Titolo
Le salutari promesse del Melograno
Descrizione
Si leggono spesso articoli sulle proprietà benefiche del melograno ma sapevate che le piante crescevano nei Giardini di Babilonia, una delle sette meraviglie del mondo antico? Questo ed altro sul frutto più benefico che ci sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *