Miscela di spezie Berberé: che cos’è?

Sai che cos’è la miscela di spezie Berberé?
È la miscela di spezie e aromatiche più tradizionale ed emblematica della cucina etiope e eritrea.
Pensa che ogni famiglia ha la sua propria ricetta per la miscela Berberé, segretamente tramandata di madre in figlia!

Varianti infinite a parte, troviamo tuttavia quasi sempre gli stessi ingredienti, in diversi dosaggi.

Quelli di base, presenti in tutte le miscele Berberé, sono:

  • il kororima,
  • lo zenzero macinato,
  • le bacche di pimento,
  • il peperoncino mit mita,
  • l’habba sawda,
  • il fieno greco

e talvolta anche cannella e pepe ashanti, un pepe africano caldo e profumato.

Come vedi, contiene tutte le spezie tipiche dell’Etiopia come il kororima (Aframomum corrorima), lo zenzero, le bacche di pimento, peperoncino mit mita e l’habba sawda, più comunemente noto come cumino nero.

Si tratta di un mix speziato abbastanza piccante dalle note affumicate e muschiate, spesso in forma di polvere (come il Berberé in vendita qui), ma anche in pasta se è abbinato con aglio e cipolla freschi, oppure con del vino.

Un po’ di storia sul Berberé

Questa miscela di spezie è unica al mondo, dato che si compone di piante che crescono solo in Etiopia.
La storia (o la leggenda) la fa risalire ai tempi di Balqis, la regina di Saba: come il Ras el Hanout è chiamato il “curry del Maghreb”, il Berberé è detto il “curry etiope”.

E ritroviamo il curry etiope in tutti i piatti famosi e tradizionali del paese: tra cui il Ye Mesir azifa, i wots (stufati etiopi), le gallette di teff, il Ye assa Wath, il Khibé, la Selatha, Azifa be Khariya, Tibs e Doulet.

In Etiopia, una famiglia media (quindi sulle 10 persone) consuma circa 30 chili all’anno del must della cucina dell’Africa orientale. E anche se la ricetta di ogni miscela familiare è gelosamente conservata, le donne la preparano nei mulini pubblici, presenti un po’ ovunque nel paese.

Un aneddoto: nel 2013 in Canada fu lanciato un grande concorso, dal panificio ACE, per trovare il miglior sandwich del paese. Uno dei finalisti, Ashley Seely Rothesay, arrivò in finale grazie al sua sandwich alla carne condita con il Berberé.

E pensa che il Canada non è l’Italia, dove invece il Berberé è abbastanza conosciuto, visto il nostro passato coloniale in Etiopia. È lui del resto il principale ingrediente degli spaghetti Zigni con salsa piccante, piatto tipico della regione eritrea, ex colonia italiana.

Una  precisazione:  il termine Berberé non ha niente a che fare con il popolo berbero, come spesso si può leggere su altri siti dedicati alle spezie. Molti poi lo confondono anche con le spezie per il cous cous, ma sono completamente diversi. E lo stesso vale per quanti lo definiscono un “peperoncino aromatico”: ancora niente a che vedere

Come si usa la miscela Berberé in cucina?

Come molte miscele di spezie, il Berberé è molto eclettico e possiamo usarlo in tutti i piatti salati, senza eccezioni.
Si sposa bene con tutte le carni: rossa, bianca, pollame, selvaggina, agnello, maiale. Stessa cosa per il pesce, i crostacei e i frutti di mare.  Insomma: davvero tutto!

Ed è adatto a tutti i tipi di cottura: arrosto, alla griglia, in umido, al vapore, in marinata etc.
Personalmente preferisco usarlo a fine cottura, come la maggior parte delle erbe aromatiche.

La miscela insaporirà tutti i tuoi sughi, stufati, marinate, creme di formaggio, zuppe, vellutate. Usalo anche per insaporire le verdure e i legumi, o anche per fare un condimento per le tue insalate.

Considera che può sostituire molto bene anche altre miscele di spezie classiche come Cajun, Tandoori, Curry e Colombo.

E, per finire, una buona notizia: il Berberé fa bene alla salute, perché racchiude le proprietà di tutte le spezie che lo compongono!

Buon appetito: melkom mégéb!

Riassunto
Miscela di spezie Berberé: che cos'è?
Titolo
Miscela di spezie Berberé: che cos'è?
Descrizione
Il Berberé è la miscela di spezie e aromatiche più emblematica della cucina etiope e eritrea. Mai sentito parlare di kororima, mit mita, habba sawda?
Autore
Pubblicato da
Toomaki
Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *