Ode al carciofo in polpetta

polpette-di-carciofi

Oda a la Alcachofa

Sembra una battuta martufelliana invece è il titolo di un’ode che scrisse Pablo Neruda rivolto al carciofo. Ode al carciofo dunque! E a grande richiesta oggi vi scrivo una ricetta a lui dedicato.

Io lo adoro per il suo sapore tenue e delicato e lo uso in mille modi: ripieno, nelle paste fredde, nelle polpette, nelle lasagne bianche, nei risotti, fritto in pastella, nelle torte rustiche…
Ho la fortuna di avere dei genitori con un piccolo orticello ma che mi dà la possibilità di farne delle scorte quindi, oltre ad avere dei carciofi freschi di stagione (ottobre e aprile quindi autunno – primavera) li congelo in freezer e li uso tutte le volte che voglio.

Il carciofo ha tante qualità per la nostra salute, ha un basso contenuto calorico, contiene anche una discreta quantità di ferro, fosforo, magnesio, potassio e calcio. È disintossicante e anche diuretico grazie all’acqua che contiene e che rappresenta il componente principale.

Per utilizzarlo, vanno eliminate le foglie esterne più dure e filamentose….sono immangiabili!
Dopodiché a seconda delle preparazioni da fare, possono essere sbollentati in acqua con un limone tagliato a metà direttamente nell’acqua (in questo modo non diventano neri) oppure cotti in padella ma solo se sono molto teneri e freschi.

Ebbene, ieri sera, affamatissima, sono tornata a casa da lavoro con una gran voglia di qualcosa di buono ma a base di verdure.
Così dal mio magico anche se quasi sempre vuoto freezer, ho tirato fuori i carciofi che, come vi ho detto sopra, tengo sempre a portata di mano (grazie a mammà!)
Ho aperto il frigorifero, anch’esso quasi vuoto, ma con gli ingredienti necessari per preparare ciò di cui avevo voglia…ed ecco come sono nate queste polpette ai carciofi.

Sono improvvisate ma vi dico che sono avvezza ed espertissima nel rendere polpette qualsiasi tipo di verdura: se non avete i carciofi infatti potete provare con zucchine, melanzane, carote, cavoletti, cavolfiori e altro ancora.

Dopo averle sfornate, anche se accecata dalla fame e dal profumo, ho scattato subito qualche foto con l’iphone e le ho postate su facebook: le mie amiche mi hanno subito chiesto la ricetta quindi come non pubblicarla per tutti?

Ecco allora come ho fatto e come sono venute, in bella copia.

polpette-di-carciofi- ingredienti

Ingredienti

400 gr carciofi puliti e sbollentati
100 gr di parmigiano grattugiato
1 uovo
4 fette di pane integrale raffermo oppure fresco e tostato al forno
sale q.b.
olio di riso o d’oliva
1 carota
cipolla q.b.
pepe bianco q.b.

Ricetta Polpette ai carciofi

Cuoci i carciofi, che hai precedentemente pulito e sbollentato, in una padella con la carota a pezzetti, cipolla ed olio di riso (io uso questo nelle mie preparazioni casalinghe ma l’olio di oliva è ottimo comunque). I carciofi puoi cuocerli a pezzi o interi.

Nel frattempo grattugia il parmigiano e frulla il pane. Per quest’ultimo, se lo hai tostato in forno, aspetta che si freddi un po’ altrimenti non si ridurrà in pezzetti. Ti consiglio anche di prepararne qualche fetta in più nel caso l’impasto ti risultasse troppo morbido.

Dopo aver cotto i carciofi, falli raffreddare dopodiché mettili in un frullatore o robot da cucina e aggiungi il pane, il parmigiano grattugiato, il pepe, il sale e l’uovo.

Frulla il tutto. Diventerà un impasto morbido e verde. Se troppo morbido,aggiungi dell’altro pane.

Prepara le polpette con le mani oppure, se non vuoi sporcarti e se vuoi avere delle polpette belle sferiche, ti do un suggerimento: hai presente il porzionatore per il gelato? Quell’attrezzo a forma di cucchiaio ma più profondo? Usalo per preparare anche le polpette!

Metti le polpette ai carciofi in una teglia con carta da forno. Non serve mettere altro olio quindi cuoci in forno ventilato a 200°C per 15/20 minuti o fino a quando non saranno dorate.

Bene, preparatele e fatemi sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *