Scatti da una serata di contest

Foto contest La Tognazza AmataAprile, un giorno feriale come tanti, telefonate, articoli, ricette, call…..e arriva un invito: perché non partecipate al contest di cucina de La Tognazza Amata che stiamo organizzando, dedicato ai food blogger?

È così che è iniziata la nostra “Contest Avventura” che si è conclusa con la serata finale del 4 luglio presso la sede storica de La Tognazza Amata a Velletri, in collaborazione con la VIC Very Important Chef di Velletri.
E qui vogliamo raccontarvi, anche attraverso alcuni scatti, quello che è accaduto in quella serata incantevole a cui abbiamo potuto partecipare grazie al sostegno di chi ci ha letto, condiviso e cliccato sulla pagina Facebook dedicata all’evento.

Insomma…un progetto nuovo per noi, impegnati in mille tanti altri progetti ( tra cui il nuovo store online), ma che poteva incastrarsi bene nel tram tram quotidiano. Una di quelle idee di cui si parlava da un po’ durante una pausa e l’altra per fantasticare tra colleghi, in un attimo si è materializzata ai nostri occhi.
Entriamo in punta di piedi nell’idea di partecipare ma in poco tempo il da farsi era già ben delineato. E poi, il contest è organizzato da un brand che si definisce eno-gastronomico-culturale… ne condividiamo i valori, la filosofia, la passione..

CONTEST-2
Un’ultima consultazione e decidiamo di addentrarci in questa nuovissima avventura.
Tre personalità, tre ricette: Pasta al pesto di piselli e pomodori La Tognazza per il “pastaiolo” del gruppo, Angelo; Ragù in crosta di sfoglia con Vellutata di pomodoro ed Olio Evo La Tognazza per il carnivoro del gruppo, Marco; Torta vegana al cioccolato, pere e cannella con Confettura extra di pere La Tognazza per la salutista del gruppo, Alisia.

Le prime fasi non sono state semplici: scegliere la ricetta, prepararla, fare gli scatti fotografici, mettersi all’opera e sperare di ottenere l’apprezzamento da parte degli utenti Facebook per ottenere i voti necessari.

Saltiamo la fase di ansia, concitazione ed eccitazione per arrivare al risultato finale: carnivoro e vegana (ma solo di ricetta) passano il turno! Il nostro compagno Angelo per una manciata di voti non ce l’ha fatta ma le altre due ricette si classificano prime per la categoria Secondo e Dolce.
Inizia il conto alla rovescia per la serata finale del contest: solo pochi giorni di respiro e poi finalmente conosceremo di persona tutto lo staff La Tognazza Amata che tanto ci ha supportato anche virtualmente durante tutto il contest! E soprattutto potremo metterci in gioco!

4 luglio, arriva la serata tanto attesa: grembiuli in spalla, ingredienti pronti e si parte!
Arriviamo presso La Tognazza Amata nell’assolato e caldo sabato mattina di Velletri. La location è molto bella, immersa nel verde; sembra essersi fermata nel tempo. Al suo interno ogni parete, mobile e tavolo racconta la storia di una famiglia, di una passione (quella per il cibo e per il cinema) e pezzi di vita quotidiana italiana.
Ad accoglierci c’è uno staff cordiale, professionale, sorridente. Il clima è caldo (ma non solo per la temperatura estiva!) e gioioso, e ci sembra già di di essere a casa.
In cucina fervono i preparativi ed ogni angolo è sommerso dagli ingredienti, piatti, profumi, sguardi…un grande lavoro e tanta concitazione!

Per le nostre ricette abbiamo pensato ad una presentazione che ne possa esaltare i sapori ed un impiattamento accattivante anche agli occhi.
Vediamole qui di seguito.

Ragù in crosta di sfoglia di MarcoRagù in crosta di sfoglia

Marco ha pensato ad accompagnare i suoi tortini con tre tipi di crema:

  1. Crema di carote con julienne croccante di carote
  2. Crema di cipolla rossa con germogli di cipolla
  3. Crema di sedano con ciuffetto di finocchietto selvatico

Le creme sono state preparate in questo modo, con lo stesso procedimento: in acqua salata lessare la verdura che si vuole ridurre in crema.
Passare la verdura allo chinois* e frullare in un mixer con aggiunta di olio di oliva La Tognazza.

Per la crema di cipolle rosse è stato aggiunto Pepe Nero Tellicherry.
Per la crema di carote è stato aggiunto il Pepe di Sichuan.
Per la crema di sedano è stato aggiunto il Pepe lungo del Bengala

Preparate le creme, l’impiattamento ad arte è stato fatto mettendo su un piatto rettangolare il tortino, un cucchiaio di crema di carote con la julienne croccante sopra; un cucchiaio di crema di cipolla rossa con i germogli di cipolla sopra ed un cucchiaio di crema di sedano con un ciuffetto di finocchietto selvatico sopra.

Non immaginate i profumi!!

Il tutto, spolverato con una macinata di pepe nero, sale di Cipro, sale di Trapani e fiori eduli a colare e addolcire il piatto esteticamente.

Sottolineiamo anche il sapore delicato ed estremamente piacevole del ragù che, con l’aggiunta di Macis e noce moscata è uscito fuori dai soliti ragù. Merito anche della vellutata di pomodoro e dell’Olio di Oliva La Tognazza!

Pronto il piatto dalla cucina e via! Presentazione davanti alla giuria tecnica ed ai commensali.

Dopo il secondo è la volta del dolce vegan!

Anche qui l’impiattamento, accompagnamento e presentazione della ricetta non è stata lasciato al caso.

Torta Vegana pere e cioccolatoTorta vegana al cioccolato, pere e cannella

Alisia ha pensato di accompagnare questa torta con una mousse alla nocciola delicata, che non sovrasta il sapore della pera e l’aroma della cannella.
Quindi, è stata usata una panna vegetale vegana da montare a cui è stata aggiunta della crema di nocciole, anch’essa vegan.

Amalgamati bene i due ingredienti, la mousse ottenuta è stata tenuta in frigo per meglio essere poi usata in sac a poche per la guarnizione.

Il piatto è stato presentato con una spolverata coreografica di  cannella Regina a forma di forchetta, fetta di torta alle pere e accanto una “goccia” di mousse alla nocciola.

La cannella ha stregato il naso di tutti in cucina! Era impossibile non rimanere tentati dall’addentare un pezzo di torta!

Anche qui, presentazione del piatto alla giuria tecnica e agli ospiti e…assaggio finale!

Da questa serata abbiamo preso tutta la competenza e la migliore accoglienza che lo staff La Tognazza ci ha saputo dare in un’atmosfera amicale e divertente. A nostra volta, abbiamo dato tutta la nostra passione per quello che facciamo, per le nostre spezie e per la nostra filosofia: THE FOOD. INSIDE. Per chi il cibo ce l’ha dentro un piatto, una ricetta, un ingrediente, ha sempre qualcosa in più da raccontare al palato e agli occhi.

La serata si conclude con sorrisi, con arrivederci e propositi. Si conclude la serata come questo articolo ma non i progetti che sono ancora più numerosi di prima.

 

 

*Chinois o Colino cinese

È un colino, dalla forma conica, costituito da una rete metallica utilizzato in cucina per filtrare i liquidi ed i passati di verdura molto finemente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *