Torta di fragole per la mamma

Portami a ballare portami a ballare
uno di quei balli antichi
che nessuno sa fare più
sciogli i tuoi capelli lasciali volare
lasciali girare forte intorno a noi.
Lasciati guardare lasciati guardare
sei così bella che non riesco più a parlare
di fronte a quei tuoi occhi così dolci e così severi
perfino il tempo si è fermato ad aspettare.
Parlami di te di quello che facevi
se era proprio questa la vita che volevi
di come ti vestivi di come ti pettinavi
se avevo un posto già in fondo ai tuoi pensieri.
Dai mamma dai questa sera lasciamo qua
i tuoi problemi e quei discorsi sulle rughe e sull’età,
dai mamma dai questa sera fuggiamo via
e tanto che non stiamo insieme e non è certo colpa tua
ma io ti sento sempre accanto anche quando non ci sono
io ti porto ancora dentro anche adesso che sono un uomo
e vorrei, vorrei saperti più felice
si vorrei, vorrei dirti molte più cose
ma sai, mamma sai questa vita mi fa tremare
e sono sempre i sentimenti i primi a dover pagare,
ciao mamma ciao domani vado via
ma se ti senti troppo sola allora ti porto via.
E vorrei. vorrei saperti più felice e vorrei,
vorrei dirti molte più cose.
Portami a ballare portarmi a ballare
uno di quei balli antichi
che nessuno sa fare nessuna sa fare più

Portami a ballare – Luca Barbarossa – 1992

Cantava così Luca Barbarossa nel 1992. Una vera e propria dedica di amore alla mamma.
Amata, odiata, protetta, adorata, coccolata, abbandonata e poi amica, nonna, moglie, sorella, matta, seria, saggia, veggente…. Tante parole, tante canzoni, tanti sentimenti per descrivere la persona che, insieme al papà, per tanti e almeno per me è la più importante.

La mamma per me è quella persona che sa tutto e sa fare tutto e se non sa come fare trova comunque una soluzione. È quella da cui imparare sempre qualcosa anche quando è la più acerrima nemica perché si, diciamoci la verità. Accade spesso così, proprio con le persone che più ci stanno a cuore.
Altre volte invece è semplicemente la miglior amica che si possa mai avere, quella pronta a farti tornare il sorriso, quella che a cui non pesa mai fare le ore piccole per aggiustarti un vestito o farti una torta da portare a scuola, a lavoro oppure da dare ai nipoti.
È quella che appena alzi la cornetta del telefono ti chiede: “Hai mangiato?” anche se sono le cinque del pomeriggio e sei ad una riunione di lavoro.
È quella che ti fa complimenti solo quando tu non sei presente oppure ti fa vergognare perché anche a quarant’anni si vanta di te davanti ad amiche e parenti.

È la mamma. Punto.

Nel giorno della sua festa il regalo davvero sentito da parte mia è farle una semplice torta di fragole. Semplice come lei; con le fragole rosse e di stagione come la passione e l’amore nei miei confronti; con la crema pasticcera intramontabile come lei; con il pan di spagna soffice e tenero come le attenzioni che lei sa dare.
Sa fare tutto la mia mamma ma penso che questa torta la apprezzerà anche perché ci sono le fragole del suo orto! 🙂

Insomma, fate questa torta con affetto e regalerete alla vostra mamma una vera e propria poesia.
Non richiede grandi decorazioni perché come vedete è una cosiddetta naked (è il termine inglese per indicare una torta “nuda” cioè non ricoperta all’esterno come si è soliti fare ma con il pan di spagna a vista) che finalmente è tornata in voga togliendoci fuori da molti impicci senza nulla togliere all’aspetto.

Tanti auguri mamme!

La torta di fragole per la mammaIngredienti Pan di Spagna

5 uova
75 gr farina 00
75 gr fecola di patate
1 baccello di Vaniglia Bourbon James 1599
150 gr zucchero
mezzo limone
1/2 bustina di lievito

Ingredienti crema chantilly

4 tuorli
500 ml latte intero
100 gr zucchero
20 gr amido di mais
30 gr farina 00
1 stecca di cannella
1 pezzo di buccia di limone non trattato
500 ml panna vegetale da montare

500 gr di fragole fresche

Procedimento

Per prima cosa prepara il pan di spagna in modo tale che raffreddi mentre prepari la crema pasticcera.

Prepara tutti gli ingredienti che ti occorrono, già pesati e tira fuori le uova dal frigo un’ora prima di utilizzarle perché devono essere a temperatura ambiente.

Separa i tuorli dagli albumi e monta prima gli albumi con 1/3 dello zucchero, a neve fermissima.
Poi monta i tuorli con il restante zucchero. Anche questi devono diventare quasi bianchi. Se occorrono 10 minuti non ti spaventare! Montare bene le uova e far inglobare loro aria è un procedimento essenziale per la riuscita del pan di spagna.

Incorpora pian piano, girando dal basso verso l’alto con una frusta, i tuorli agli albumi.
Aggiungi poi le farine setacciate, sempre avendo cura di incorporarle bene, la vaniglia fresca, il succo di mezzo limone ed infine il lievito.
Gira tutto a mano con la frusta e delicatamente perché il composto deve restare spugnoso.

Rivesti una teglia tonda da 22 o 24 cm di diametro ed inforna per 40 minuti almeno a 180°C. Fai la prova di cottura con lo stuzzicadenti dopo 40 minuti  e prosegui se vedi che all’interno il dolce non è ben asciutto.
Una volta cotto togli dallo stampo e lascia raffreddare.

Nel frattempo che il pan di spagna cuoce, prepara la crema pasticcera.
Prima però prendi una piccola teglia e mettila in freezer. Servirà per versarvi dentro la crema pasticcera per farla raffreddare in fretta e senza che formi la fastidiosa pellicola sopra.
Fai bollire in un pentolino il latte con la cannella.
In un altra piccola pentola di acciaio mescola bene le uova con le farine e lo zucchero e aggiungi la buccia del limone.

Quando il latte bolle, con l’aiuto di un colino, versalo a filo sulle uova girando continuamente. Non versare tutto il latte direttamente sulle uova altrimenti cuoceranno, si rapprenderanno e al posto di una crema avrai….una frittata!
Quando avrai incorporato delicatamente tutto il latte, rimetti il pentolino sul fuoco fino ad addensare la crema.

Una volta cotta, versala nella teglia gelata, stendila, cospargi con poco zucchero semolato sopra, copri con una pellicola da cucina e falla raffreddare.

Intanto monta la panna e lava molto bene le fragole, tagliandone metà e lasciando l’altra metà intera per la decorazione sulla superficie della torta. Unisci la panna alla crema pasticcera raffreddata et voilà la crema chantilly!

Assembliamo!
Pulisci la parte esterna del pan di spagna togliendo la pellicola di biscotto che si forma in cottura. Taglialo a metà.
Incorpora la panna nella crema pasticcera ed usane una parte generosa per farcire il primo disco di pan di spagna.
Distribuisci dentro le fragole, copri con il secondo disco e completa sopra con la crema e le fragole rimaste.

Buoni dolci auguri!!

 

 

Sommario
recipe image
Ricetta
Torta alle fragole per la mamma
Pubblicata il
Tempo preparazione
Tempo di cottura
Tempo Totale
Tags from the story

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *